campagna toscana capalbio abetone bagno vignoni certaldo marciana marina massa carrara montalcino monte pisanino poppi san miniato livorno lago di burano mare toscana monte argentario pitigliano porto ercole terme di saturnia toscana paesaggio toscana tramonto toscana Paesaggio toscana

Valdarno inferiore

Con Valdarno Inferiore si intende il territorio solcato dal fiume Arno (da cui prende il nome) che viene di seguito alla conca fiorentina - pratese - pistoiese. Qui l'Arno arriva fino alla foce nei pressi di Marina di Pisa, dove sfocia nel Mar Tirreno, in una valle fronteggiata da alcuni modesti sistemi collinari.

È proprio questo l'area del Valdarno Inferiore, amministrativamente ripartita tra la provincia di Firenze (per quanto riguarda il settore orientale) e quella di Pisa (per quanto concerne invece il settore occidentale).

I centri principali del Valdarno Inferiore sono Cascina, Capraia, Empoli, Montelupo Fiorentino, Montopoli in Val d'Arno, Pisa e Santa Croce sull'Arno.

La caratteristica principale, nonché da sempre la risorsa più importante del Valdarno Inferiore, è costituita dallo stesso corso d'acqua, che spesso ha una portata piuttosto consistente che lo rende navigabile tutto l'anno. Il fiume Arno era infatti già sfruttato in questo senso sia dagli Etruschi che dai Romani, che lo usavano sia per attingere l'acqua che serviva a scopi domestici e agricoli, sia come via di comunicazione. Non è certo un caso se proprio questo territorio nei secoli precedenti alla nascita di Cristo era già uno dei più ricchi e abitati. Questa risorsa naturale si somma al facile collegamento con il Mar Tirreno e con i territori più interni, cosa che ha agevolato ancora maggiormente lo sviluppo della valle.

A partire dall'anno Mille, dopo gli interventi di bonifica e di messa in sicurezza degli argini, si sono via via andati formando numerosi centri urbani: visitando le cittadine dell'area del Valdarno Inferiore sarà facile notare il caratteristico impianti medievale e gli edifici dell'epoca. Tutti i centri erano dotati di porti fluviali e si dedicavano in maniera quasi esclusiva alle attività commerciali e al trasporto delle merci.

Fra le cittadine più suggestive si segnala Cascina. Nella sua piazza si possono visitare tre chiese. La più antica è la pieve romanica di Santa Maria, a fianco della quale sorge l'oratorio del Santissimo Crocifisso. Molto particolare il campanile, una vecchia torre difensiva riadattata per l'uso di tipo religioso, che termina con una piramide. Accanto al campanile sorge l'oratorio di Santa Croce, adibito a battistero della pieve stessa. Poco distante c'è l'oratorio di San Giovanni, consigliato agli manti dell'arte, poiché al suo interno conserva affreschi risalenti al 1300.

Share |