campagna toscana capalbio abetone bagno vignoni certaldo marciana marina massa carrara montalcino monte pisanino poppi san miniato livorno lago di burano mare toscana monte argentario pitigliano porto ercole terme di saturnia toscana paesaggio toscana tramonto toscana Paesaggio toscana

Pontedera

L'area in cui è sita Pontedera, risulta abitata sin dal Paleolitico. Nonostante la pianta del centro storico della città sia tipica degli insediamenti romani, non esistono tracce documentate di quel periodo, allo stesso modo non è stato rinvenuto nessun resto della civiltà etrusca. Il nome della città deriva dal ponte che venne fatto costruire dagli Upezzinghi alla foce dell'Era, nel 1099. Per molti secoli il ponte è rimasto l'unico ad attraversare il fiume e quasi un passaggio obbligato per i viandanti tra Pisa e Firenze. Inizialmente il nome del borgo era Pons Herae. Successivamente si iniziò a vedere su molte carte e mappe rinascimentali della Toscana la variante Ponte a Era (da cui deriva la parola "pontaderese"); si passò poi Ponte d'Era ed infine Pontedera. Ancora oggi viene usato il termine "pontaderese". La popolazione viene tradizionalmente divisa in due categorie: i pontederesi e i pontaderesi, e ciò non è solo una differenza dialettica. Vengono detti pontederesi i residenti ma non originari di Pontedera; mentre sono definiti pontaderesi i cittadini nati e vissuti a Pontedera. Le prime tracce della città si hanno nel 1163, quando venne a far parte dell'elenco dei castelli pisani. Nei secoli Pontedera è stata teatro di molte battaglie soprattutto tra Pisa e Firenze, che si passarono alternativamente il controllo della città. È a partire dal periodo rinascimentale che la cittadina assume sempre più le sembianze di comune a forte vocazione commerciale. Oggi il suo nome è particolarmente legato alla Piaggio e ai suoi stabilimenti che a partire dal Novecento, sono diventati parte integrante della città, ed hanno avuto un grande ruolo nello sviluppo economico della stessa.

La città offre un gran numero di luoghi d'interesse quali architetture religiose, edifici storici, ville e palazzi importanti. Tra le chiese riportiamo il Duomo, la Chiesa di Santa Lucia, la Chiesa del Santissimo Crocifisso, la Chiesa di Santa Maria Madre della Chiesa, l'oratorio di San Giuseppe al Ponte, l'oratorio della Madonna di Ripaia, Chiesa di San Lorenzo e San Bartolomeo, solo per citarne alcune. Ricordiamo inoltre il ponte napoleonico così nominato perché eretto sotto la dominazione francese; tra i diversi palazzi, Palazzo Stefanelli, Palazzo Pretorio, Palazzo Bellincioni, Palazzo Pitschen, Palazzo Ciompi; infine stupende ville come Villa la Cava, Villa Crastan e Villa Torrigiani-Malaspina. La forte vocazione commerciale di Pontedera, fa si che la città sia sede di molte fiere: ogni fine estate, viene organizzata la 'Festa dei Commercianti'. Molti appassionati dei fumetti inoltre sono attratti dalla prima Fumetteria aperta proprio nella città e dalla neonata scuola di fumetto locale, che ha attirato molti autori famosi del settore quali Marco Citi, Marco Turini, Petruccini e Emanuele Tonini.

Dove si trova Pontedera

Ulteriori informazioni

Per informazioni su Pontedera: Comune di Pontedera ufficio turistico Via della Stazione Vecchia 6 Pontedera (PI) Tel. 0587 53 354

Share |