campagna toscana capalbio abetone bagno vignoni certaldo marciana marina massa carrara montalcino monte pisanino poppi san miniato livorno lago di burano mare toscana monte argentario pitigliano porto ercole terme di saturnia toscana paesaggio toscana tramonto toscana Paesaggio toscana

Pisa

Pisa è una città di 87.000 abitanti, capoluogo dell'omonima provincia.

Le origini di Pisa sono incerte: secondo una leggenda riportata dagli storici dell'antichità sarebbe stata fondata da profughi troiani provenienti dall'omonima città greca di Pisa, situata nel Peloponneso. Nel V secolo a.C. il territorio su cui sarebbe poi sorta la città era abitato dagli etruschi, dopodiché fu conquistato dai Romani, che lo resero una delle basi fondamentali del loro impero. Essi costruirono infatti il Portus Pisanus, che rese la città molto importante dal punto di vista commerciale.

Anche dopo la fine dell'Impero Romano Pisa rimase una città fondamentalmente portuale; nei secoli delle invasioni barbariche venne conquistata prima dai Goti, poi dai Longobardi e infine dai Carolingi. Riacquistata l'indipendenza, nel Medioevo, a partire dal Mille, Pisa divenne una delle quattro Repubbliche Marinare d'Italia, con Amalfi, Genova e Venezia, e andò incontro ad un periodo di grande prosperità economica che durerà fin verso la fine del XII secolo.

In questo periodo Pisa, come molte altre città toscane, doveva fare i conti con i due partiti dei Guelfi e Ghibellini, che si combattevano aspramente. La città si schierò a favore dell'Imperatore Federico II e si trovò così a doversi difendere dalla coalizione guelfa delle città nemiche: Genova, Lucca e Firenze. Sconfitta, iniziò per Pisa un periodo di declino, culminato con l'insabbiamento del porto causato dai detriti trasportati dall'Arno.

La città passò al dominio dei fiorentini nel 1406 e, grazie all'impegno della famiglia dei Medici, rifiorì. Essi ricostituirono l'università degli Studi, che era in via di declino, fecero sì che il commercio si ridestasse e costruirono le prime industrie.

Nel 1860, col Granducato di Toscana, Pisa fu annessa al Regno d'Italia per plebiscito.

Pisa è tra i maggiori centri culturali d'Italia, poiché conserva un ricco patrimonio artistico. I monumenti più importanti si trovano nella Piazza dei Miracoli. In questa piazza, che nel 1987 è stata annoverata tra i Patrimoni dell'Umanità dall'UNESCO, si possono ammirare il Duomo di Santa Maria Assunta con la Torre pendente, il Battistero, la Galleria che circonda il Camposanto e la Cappella Del Pozzo.

Il cuore del complesso architettonico è il Duomo: si tratta di una cattedrale medievale in stile romanico composta da cinque navate, col transetto a tre navate. L'edificio, che come tutti gli altri è realizzato in marmo bianco di Carrara, è visibilmente sprofondato percettibilmente nel suolo, ma mantiene la sua bellezza storico-artistica.

Tutti gli altri monumenti presenti nella piazza dai Miracoli sono legati al Duomo, secondo un percorso religioso-teologico: il Battistero rappresenta la nascita, la Cattedrale la vita, il Camposanto la morte .Il Battistero del XII secolo è dedicato a San Giovanni Battista e, con la sua circonferenza di oltre 107 metri, rappresenta il più grande battistero in Italia. Il Camposanto è invece un cimitero a forma di chiostro, con tombe terragne; secondo le fonti antiche la terra all'interno del cortile proviene dal monte Golgota in Terrasanta.

Il monumento simbolo di Pisa è però la Torre Pendente: si tratta del campanile del Duomo, costruito nell'arco di due secoli a partire dal XII secolo. Col tempo il terreno sottostante ha leggermente ceduto, donandogli la caratteristica inclinazione che lo ha reso celebre in tutto il mondo.

Per ulteriori informazioni su Pisa:

APT Agenzia per il Turismo PISA - sede
Via Pietro Nenni 24/26
Pisa (PI)
Tel. 050 92 97 77

Dove si Trova Pisa

Share |