campagna toscana capalbio abetone bagno vignoni certaldo marciana marina massa carrara montalcino monte pisanino poppi san miniato livorno lago di burano mare toscana monte argentario pitigliano porto ercole terme di saturnia toscana paesaggio toscana tramonto toscana Paesaggio toscana

Vacanze Arezzo

Vacanze Arezzo: informazioni per trascorrere le vacanze ad Arezzo, una guida alla scoperta di Arezzo con cenni storici, informazioni turistiche, testimonianze artistiche ed i paesi della provincia.

La città di Arezzo sorse in epoca remota, quando Roma non era ancora stata fondata, Arezzo era già una delle più forti città etrusche, probabilmente sede di una delle dodici città-stato. Infatti lo storico latino Tito Livio la descrive come antica, ricca e potente; i numerosi reperti archeologici sono la testimonianza visiva del suo primitivo splendore. Al sorgere della potenza di Roma, Arezzo, come tutte le altre città della confederazione etrusca, venne inglobata nell'orbita della nuova città. Nel III secolo avanti Cristo fu conquistata dai Romani che abbatterono le mura e costrinsero gli Aretini a servire i nuovi coloni; al contempo però permisero l'evoluzione ed il miglioramento di Arezzo, tramite la costruzione di strade ed acquedotti. Con la caduta dell'Impero Romano, Arezzo si trovò a dover affrontare molti popoli nemici. A causa della sua posizione sulla via Cassia che conduceva a Roma, finì per subire più volte assalti e saccheggi e fu nel tempo occupata prima dai Longobardi e poi dai Franchi. Con la diffusione del Cristianesimo andò aumentando il potere dei vescovi che avevano un ruolo di primo piano nella vita della città; nel Medioevo, dopo il Mille, cominciarono a prendere piede le iniziative democratiche che portarono alla costituzione del libero Comune. Nella seconda metà del secolo XIII cominciarono le guerre contro le città circostanti: Arezzo lottò a lungo contro Firenze e gli altri comuni guelfi. Dopo alterne vicende la città subì una disfatta nella famosa battaglia di Campaldino (1289). Arezzo entrò poi a far parte del Ducato di Toscana, cominciò così un lungo periodo di calma durato quasi ininterrottamente fino al 1861, quando la città in seguito a plebiscito fu annessa al Regno d'Italia.

Numerose sono le testimonianze artistiche presenti ad Arezzo. Una delle più antiche è costituita dall'Anfiteatro romano, costruito tra I e II secolo d.C. Il monumento ha una forma ellittica ed è realizzato in laterizi, arenaria e marmi. Nel corso dei secoli i materiali di cui era costituito vennero parzialmente portati via ed impiegati per la costruzione di nuovi edifici. Attualmente è possibile vedere la platea e i resti degli ambulacri. Importante è anche la Fortezza medicea, edificata a partire dal 1538 per volontà di Cosimo de Medici, che intendeva potenziare il sistema di difesa del comune. L'edificio, che si erge sul colle di San Donato, ha una particolare pianta a forma di stella a cinque punte ed originariamente era dotata di tre porte e circondata da un ampio fossato. Nell'Ottocento questa Fortezza venne in parte distrutta dalle truppe francesi di Napoleone, ma venne ristrutturata a più riprese a partire dal 1868. Da visitare anche la chiesa di Santa Maria delle Grazie, al cui interno c'è l'altare maggiore realizzato da Andrea della Robbia (così come tutte le decorazioni marmoree) ed un dipinto del pittore Lorentino d'Arezzo. Nella Cattedrale di San Donato è invece conservato un coro in legno disegnato da Giorgio Vasari ed una Maddalena affrescata da Piero della Francesca. Infine segnaliamo altri monumenti altrettanti importanti e di immenso valore artistico: la Basilica di San Francesco, la Basilica di San Domenico, la Chiesa della SS. Annunziata e quella di Santa Maria in Gradi.

Per ulteriori informazioni su Arezzo:

APT Agenzia per il Turismo AREZZO (Ufficio informazioni)
Piazza della Repubblica 28
Arezzo (AR)
Tel. 0575 20 839

Dove si trova Arezzo

Share |