campagna toscana capalbio abetone bagno vignoni certaldo marciana marina massa carrara montalcino monte pisanino poppi san miniato livorno lago di burano mare toscana monte argentario pitigliano porto ercole terme di saturnia toscana paesaggio toscana tramonto toscana Paesaggio toscana

Amiata

L'area geografica dell'Amiata prende il nome dall'omonimo monte, un rilievo di 1738 metri sul livello del mare situato nell'Antiappennino toscano.

Il territorio amiatino è compreso in parte nella provincia di Siena e in parte in quella di Grosseto ed interessa diversi comuni: quello di Piancastagnaio, di Abbadia San Salvatore, di Santa Fiora, di Castel del Piano, di Seggiano, di Arcidosso e quello di Castell'Azzara.

Il massiccio montuoso, oltre al monte Amiata include anche altre imponenti montagne: sul versante senese si ergono Poggio Zoccolino (1.035 metri), Poggio Le Perazzette (922 metri) e Poggio Roccone (913 metri), mentre sul versante grossetano i rilievi più alti sono Poggio Trauzzolo (1.200 metri), Monte Labbro (1.193 metri), Monte Civitella (1.107 metri), Monte Buceto (1.152 metri) e Monte Aquilaia (1.104 metri).

I centri abitati della zona sono di grande interesse storico e artistico e testimoniano la presenza nel territorio amiatino di vari popoli che si sono succeduti nel corso dei secoli: gli Etruschi, i Romani, i Carolingi, la fondazione della Repubblica di Siena e poi l'annessione dell'intero territorio al Granducato di Toscana.

Il turista non potrà fare a meno di immergersi nelle bellezze naturali del massiccio montuoso amiatino, facendo tappa magari proprio al monte Amiata: si tratta un antico vulcano oggi spento (la sua ultima eruzione si fa risalire a circa 700.000 anni fa) caratterizzato dalle presenza di rocce e di piccoli laghetti di origine vulcanica. Numerose le sorgenti che prendono vita dalla cima del rilievo e che garantiscono una grande ricchezza idrica, scorrendo tra i boschi di faggi e di castagni.

Sei sono le riserve naturali create in questa zona dalla flora ricca e varia e la cui fauna comprende specie molto interessanti: il biancone, il capovaccaio, i rapaci come il falco lanario e il lupo. Oltre alle aree protette sono sorte anche alcune strutture che lavorano nel campo della ricerca scientifica e della cura e del recupero degli animali feriti.

Non mancano nel vasto territorio reperti storici e artistici, come i castelli del Medioevo (ad Arcidosso e Piancastagnaio), le abbazie longobarde (l' Abbadia San Salvatore e quella di Sant'Antimo) e le tante chiese rinascimentali.

Nella stagione fredda sul monte Amiata è possibile praticare gli sport invernali(sci alpino e sci nordico): negli anni è stato costruito un grande polo sciistico con diverse piste e impianti di risalita che ha reso il monte Amiata, la più importante stazione sciistica della Toscana meridionale.

Tra gli appuntamenti annuali più importanti dell'Amiata ricordiamo la tradizionale fiaccolata della notte della Vigilia di Natale ad Abbadia San Salvatore e i fuochi di San Giovanni, oltre alle feste naturalistiche e alle numerose sagre (in questo territorio si produce infatti un olio pregiatissimo, un vino molto importante come il Montecucco, entrambi doc, e si raccolgono castagne e funghi).

Dove si trova Il Monte Amiata

Share |