campagna toscana capalbio abetone bagno vignoni certaldo marciana marina massa carrara montalcino monte pisanino poppi san miniato livorno lago di burano mare toscana monte argentario pitigliano porto ercole terme di saturnia toscana paesaggio toscana tramonto toscana Paesaggio toscana
Macromedia Flash non installato

Abetone

Si narra che Annibale scelse queste montagne come luogo strategico per dirigere la sua avanzata verso Roma e allearsi con i Galli Boi; era il 217 a.C.

Il nome Abetone deriva dalla costruzione della strada (inaugurata nel 1781) che univa il Granducato di Toscana con quello di Modena attraversando l'Appennino; durante i lavori venne abbattuto un abete di dimensioni straordinarie dal quale appunto prende il nome l'omonimo paese.

Lungo questa strada (detta Giardini-Ximenes dai due progettisti, Pietro Giardini per la parte modenese e Leonardo Ximenes per quella toscana) in seguito sorsero diversi insediamenti, sul valico vennero costruite due piramidi fatte in bozze di arenaria che servivano a delimitare il confine tra i due Granducati; ad esse si aggiunsero due dogana; la modenese in località Serrabanda e la toscana in località Boscolungo. Accanto a quella toscana nacque in seguito una piccola chiesa, oggi parrocchia di San Leopoldo in onore del granduca di Toscana.

L'Abetone già a partire dalla metà del 1800 divenne un'importante località turistica, meta di personaggi illustri come ad esempio Francesca Alexander, americana di Boston. Dopo un breve periodo di declino l'Abetone fu riscoperta come luogo di vacanza sia invernale che estivo ed oggi la sua economia è basata principalmente sul turismo. Apprezzata particolarmente per gli sport invernali, con i suoi 40 km di piste, offre anche per il periodo bellissime e suggestivi itinerari, sia a piedi che in mountain bike.

Da vedere vi segnaliamo le già citate Piramidi in pietra e marmo, l'Orto Botanico esteso per un'aria di 14000 kmq ad un'altezza di 1250, 1300 metri nell'alta Valle del Sestaione, il Ponte Sospeso a Mammiano Basso sul torrente Lima. Ad un'altezza di 40 metri per una lunghezza di 220 è uno dei ponti pedonali più lunghi al mondo, divenuto oggi un'importante attrazione turistica. La sua funzione era quella di scorciatoia per chi doveva attraversare la vallata.

Infine vi segnaliamo la via Francigena, la strada per i pellegrini che collegava Roma con Santiago de Compostela e che attraversava molte città sia della Toscana che dell'Emilia, passando appunto nei dintorni dell'Abetone, per un tratto lungo 2,5 km.

Dove si trova Abetone

Ulteriori informazioni su Abetone:

Agenzia per il Turismo
tel. +39 0573 630145

Share |